Ray Ban Pilot

Prodotto da Takahata per lo studio Topcraft, l’omonimo anime esce nelle sale nel 1984. Il successo ottenuto dal film gli permise di compiere un grandissimo passo avanti, vale a dire fondare uno studio tutto suo. Così nel 1985 da Miyazaki e di nuovo Takahata, nasce lo Studio Ghibli (dal nome dell’aereo italiano della Seconda Guerra Mondiale, omaggio a sua volta di un vento caldo che soffia nel deserto del Sahara).

La troviamo nella commedia originale Benny Joon al fianco di un esilarante Johnny Depp, in quella drammatica e poco valorizzata Un adorabile testardo e nel remake Nine Months Imprevisti d’amore dove interpreta l’adorabile fidanzata incinta di un preoccupatissimo Hugh Grant.La consacrazione grazie a Paul Thomas AndersonDopo la mega produzione Il mondo perduto Jurassic Park di Steven Spielberg, affronta due memorabili interpretazioni in Boogie Nights L’altra Hollywood (1997) e Magnolia (1999), entrambi firmati dall’indipendente Paul Thomas Anderson; e quella dell’agente Clarice Sterling nel meno importante Hannibal (2001) di Ridley Scott. Personaggi ben caratterizzati che la consacrano come una delle migliori attrici di Hollywood. Passa facilmente dal comico al drammatico: è nel thriller Psycho di Gus Van Sant che rifà il capolavoro omonimo di Hitchcock, occhieggia ad Oscar Wilde nel divertente intreccio ad equivoci Un marito ideale, vive il dramma della Fine di una storia di Neil Jordan e s’imbatte nelle controversie di una famiglia della provincia americana ne La fortuna di Cookie del maestro Robert Altman.Icona di femminilitàNel 2001 è una vedova in The Shipping News Ombre dal profondo di Lasse Hallstrm e si trasforma in eroina armata di shampoo antiforfora in Evolution.Nel 2002 vince la coppa Volpi a Venezia per la sua eccezionale interpretazione in Lontano dal Paradiso, diretto da Haynes, dove indossa i panni di un’elegante casalinga americana degli anni Cinquanta, emarginata dal suo ambiente perché attratta da un giardiniere di colore, in un dichiarato omaggio ai toni e alle atmosfere del mélo di Douglas Sirk.

Ora è autonoma e si è dimostrata matura per la recitazione, dando un calcio alla sua fama di cantante. Dal viso sorridente e rassicurante, è meno brava nei ruoli drammatici.Nata a Tulsa, in Oklahoma, si diploma alla Nathan Hale High School e poi frequenta l’University of Tulsa, dove suo padre era docente di storia dell’arte. Dopo la laurea, si trasferisce a Hollywood, con l’aspirazione di diventare un’attrice e una sceneggiatrice.