Vendita Occhiali Da Sole Ray Ban

Noto per le sue apparizioni nelle serie televisive The Office e in Six Feet Under, Rainn Wilson ha conquistato il pubblico americano con le faccette simpatiche ed eccentriche dei personaggi del piccolo schermo. Ma non va dimenticato che è anche un attore teatrale e un ottimo interprete cinematografico, talento comico e ironico che ha saputo mescolare l’amore per la musica con quello per la settima arte, mettendosi letteralmente “a nudo”.Figlio di Shay Cooper, un’insegnante di yoga e attrice, e Robert G. Wilson, scrittore e consulente finanziario, cresce nello stato di Washington, dove frequenta la Kellogg Middle School e la Shorecrest High School.

They included Artie Shaw’s “The Blues” in 1938, Count Basie’s “Goin’ To Chicago Blues” in 1941, Harry James’ “Feet Draggin’ Blues” in 1939, and Woody Herman’s “Bishops Blues” and “Blues In The Night” in 1941. In fact, “Blues in the Night” was one of the biggest sellers of that year. The song came from a film of the same name and was written by Johnny Mercer (words) and Harold Arlen (music).

Farhadi ha anche anticipato un paio di importanti novità per la propria carriera di regista a livello internazionale. Intanto il nuovo film che sta scrivendo e che si girerà con protagonisti Bardem e la Cruz, probabili marito e moglie in un thriller psicologico ambientato nella Spagna rurale; infine l’idea di girare un nuovo film in Iran davvero particolare: “Uno dei miei più grandi desideri è quello di fare un film che legga la realtà umana attraverso il registro della commedia. Spero di farlo presto, al mio ritorno in Iran”..

(1970), dove avrà occasione di lavorare ancora una volta con Duvall. Segue ancora la televisione: Il virginiano (1962 1967), Gunsmoke (1965 1972) con Bette Davis e Bonanza (1964 1973). A queste pellicole si aggiungono un altro film con Altman, Gang (1974), e Il Maligno (1975) con Ernest Borgnine e John Travolta, nonché qualche pellicola B movies italiano, senza contare il telefilm Alle origini della mafia (1976).

Dopo aver incontrato Jerzy Grotowski a Wroclaw, nel 1971, torna in Spagna, dove dirige e mette in scena opere come “Informe para una Academia” e “Gaspar”.Recita Brecht e ottiene un successo così grande che si sposta, nel 1978, a studiare con Lee Strasberg a New York, assumendo poi la direzione del Centro Dramtico Nacional, portando sui palchi “Bodas que fueron famosas del Pingajo”, “Fandanga de Rodrguez Méndez”, “La velada en Benicarl”, “La vida es sueo”, “Absaln”, “El mito de Edipo Rey”, “Juicio al padre de Kafka”, “Amleto”, “Ay, Carmela!”, “Lope de Aguirre, traidor” e “Carmen”.Tutti questi lavori sono parallelamente portati avanti alla carriera televisiva che comincia con la fiction di Peter Beauvais Der Unfall (1968), seguita da qualche episodio di Kapitn Harmsen di Claus Peter Witt, Der Rckfall (1969), Erffnung des indiche Zeitalters (1970) di Hans Joachim Heyse e Unter Kuratel (1970) di Ludwig Cremer.La carriera nel cinema europeoIl debutto cinematografico avviene con la trasposizione dell’opera teatrale Un informe para una academia (1975) di Carles Mira, poi improvvisamente, dopo aver partecipato alla pellicola Pascual Duarte (1976), ottiene la Palma d’Oro come miglior attore. Joseph Losey lo sceglie per Le strade del Sud (1978) e recita anche in Una vita spezzata (1986). Candidato al Goya come miglior attore non protagonista per Remando al viento (1988), Beltenebros (1991) con Terence Stamp e La fine di un mistero (2003), lavora spesso con Carlos Saura e diventa uno degli attori principali della miniserie Camino de Santiago (1999).Milos Forman lo sceglie come interprete de L’ultimo inquisitore (2006) con Javier Bardem, Natalie Portman, Stellan Skarsgrd e Randy Quaid, per il ruolo di Bilbatua, mentre Pedro Almodvar lo dirige in Gli abbracci spezzati (2009).