Ray Ban Goccia

Nasce il 2 novembre 1968 a Lleida, in Catalogna, Jaume Balaguerò, noto sceneggiatore e regista spagnolo, conosciuto soprattutto per i suoi film horror.Giovanissimo si trasferisce con la famiglia a Barcellona, dove tutt’ora vive. lì che, dopo essersi laureato nel 1991 in Scienze delle comunicazioni, studia fotografia e regia cinematografica con l’autore argentino Hector Fàver. Comincia, nello stesso tempo, a collaborare con diverse riviste di cinema e con la radio.

Dopo un ruolo nella commedia sentimentale Wirey Spindell (2000) di Eric Schaeffer, lo vediamo nel college movie Old School (2003) di Todd Phillips. Dopo un piccolo ruolo in Babbo bastardo (2003) di Terry Zwigoff incentrato su una coppia di ladri specializzata nel derubare centri commerciali il giorno di Natale ritorna al cinema nel ruolo di Harper in Scary Movie 4 (2006) di David Zucker, divertente parodia degli horror di stagione. Compare poi in Bruce e Lloyd Fuori controllo (2008) di Gil Junger, esilarante spin off di Agente Smart Casino totale.

Il suo ultimo film è My Father Rua Alguem 5555, nel 2004, tratto dal libro dello scrittore tedesco Peter Schneider e diretto da Egidio Eronico, nel quale interpreta Josef Mengele, il colonnello medico delle SS responsabile dei più atroci esperimenti sui bambini nel campo di Auschwitz. In realtà a Heston quella definizione sta persino stretta: lui appartiene alla categoria ancora più evoluta, e più alta, è un eroe. Quando faceva Mosè, soprattutto Ben Hur, chi andava al cinema con “spirito libero e cuore puro” allora ancora si poteva uscendo dalla sala era a sua volta Ben Hur.

In effetti, si concede spesso belle collaborazioni: nel suo carnet ci sono già Spike Jonze, Ang Lee, Paul Thomas Anderson, Richard Linklater; l’anno prossimo lo vedremo nell’action thriller surreale Looper In fuga dal passato, del regista cult Rian Johnson, e nell’attesissimo Twelve years a slave, per la direzione di Steve McQueen che, dopo i minimalisti Hunger e Shame, si è cimentato in un’opera di largo respiro per cast, location e ambientazione temporale. ” decisamente diverso dai suoi film precedenti”, conferma Paul. “Credo che la particolarità del lavoro di un artista stia nell’unità di visione, nella responsabilità personale, in un’indipendenza che gli permette di non scendere a compromessi.

Deodato deve molto all’esperienza accumulata come assistente alla regia in pellicole come: Danza macabra (1964), I Diafanoidi vengono da Marte (1965), Il pianeta errante (1965) e nei serial televisivi di fantascienza che il maestro girò nel 1965 sotto il titolo di “Guerra tra i pianeti”. Deodato e Margheriti fecero anche l’esperienza di una co direzione, ma la pellicola è accreditata al regista più anziano. Si tratta di: Ursus il terrore dei Kirghisi (1964).

Lascia un commento